Carbossiterapia

  1. Homepage
  2. Carbossiterapia

Carbossiterapia. Bruciare i grassi con l’anidride carbonica

La Carbossiterapia è una metodica medica che è stata utilizzata per la prima volta nel 1932 nello stabilimento termale francese di Royat a Clermont-Ferrand su persone affette da problemi al sistema circolatorio periferico.  Questa tecnica prevede la somministrazione di anidride carbonica sotto-pelle, così da contrastare difetti estetici e vere e proprie patologie.

Carbossiterapia, Il trattamento contro pelle a buccia d’arancia e accumuli di grasso

La carbossiterapia produce una vasta serie di effetti benefici che interessano non soltanto il grasso in eccesso, ma anche la circolazione e conseguentemente la pelle: l’introduzione di anidride carbonica, in primo luogo, contrasta l’accumulo di grasso, stimolando gli enzimi preposti a scioglierlo. Il trattamento, inoltre, permette una più agevole apertura dei capillari, che si traduce nell’ottimizzazione dell’ossigenazione dei tessuti, grazie alla quale gonfiori e scorie vengono attenuati più rapidamente. Nello specifico, il trattamento di carbossiterapia può essere impiegato per tonificare addome, glutei e fianchi, e per rimuovere le smagliature più vistose, attraverso la somministrazione a livello di derma e sottopelle di microiniezioni di anidride carbonica. Viene così ottenuto un doppio effetto: meccanico e chimico. La carbossiterapia agisce inoltre sui fibroblasti, cellule deputate alla produzione di elastina e collagene, e combatte con efficacia diretta pelle a buccia d’arancia e accumuli di grasso localizzati, inducendo il processo di rottura della membrana delle cellule adipose.

Soft lifting grazie all’anidride carbonica

Questo trattamento estetico può essere inoltre impiegato per ottenere una sorta di lifting dolce, sfruttando effetti come l’aumento di afflusso del sangue, la vasodilatazione e la stimolazione della rigenerazione cellulare. Nel caso si voglia contrastare l’invecchiamento della pelle con la carbossiterapia, si interviene scollando la ruga e inserendo un piccolissimo ago nel derma. La zona interessata si gonfia per pochissimi istanti e si genera un enfisema superficiale a riassorbimento immediato. La ruga viene così rimossa. Le proprietà antiaging della carbossiterapia si manifestano sulle parti del corpo che hanno la maggiore probabilità di riportare segni di invecchiamento quali viso, doppio mento, decolletè. Dopo il trattamento con anidride carbonica la pelle appare così fresca, compatta e notevolmente rassodata. Per aumentare l’efficacia di questo trattamento, lo si può combinare con filler che intervengono in modo mirato sulla struttura di sostegno della pelle. Il numero delle sedute per un trattamento completo di carbossiterapia, che in genere hanno frequenza bisettimanale, è compreso tra 6 e 10. Ciascuna seduta, la cui durata è di circa 15 minuti, costa tra gli 80 e i 150 euro. Questa oscillazione di prezzo dipende dal problema da trattare, nonché dalla zona su cui è necessario intervenire.

Un nuovo trattamento non invasivo: l’idrocarbossiterapia

Da diverso tempo la tecnica della carbossiterapia ha subito un’evoluzione grazie all’introduzione di una nuova apparecchiatura, la ICAT (idrocarbossiterapia). Questa si caratterizza per la non invasività, infatti non prevede l’utilizzo di aghi, e per il fatto che è possibile somministrare l’anidride carbonica per via percutanea in ambulatorio. È preferibile che evitino di sottoporsi al trattamento di carbossiterapia le persone affette da cardiopatia, anemia, trombosi, tromboflebite, insufficienza cardiaca, renale, epatica e respiratoria, o diabete, È inoltre sconsigliata in gravidanza o per chi ha subito un’embolia.

Carbossiterapia in pillola

Cos’è: tecnica che combatte l’accumulo di grasso localizzato attraverso inoculazione sottocutanea di anidride carbonica. Quanto costa: ciascuna seduta ha un prezzo che parte da 150 euro circa, ma prima di decidere consulta i prezzi Quanto dura una seduta: circa 15 minuti