Linfodrenaggio

  1. Homepage
  2. Linfodrenaggio

Linfodrenaggio. Il massaggio per stimolare la circolazione linfatica

Il linfodrenaggio, noto anche come drenaggio linfatico, rappresenta una specifica tipologia di massaggio, effettuata nelle parti del corpo colpite da una riduzione funzionale del circolo linfatico. Detta tecnica mira ad agevolare la circolazione superficiale della linfa e facilitarne lo scorrimento, perciò l’azione meccanica manuale si svolge in corrispondenza delle zone interessate dal sistema linfatico, composto da milza, timo, noduli linfatici e linfonodi. Il trattamento di linfodrenaggio è finalizzato a ottenere il deflusso dei liquidi che ristagnano nell’organismo.

Applicazioni ed effetti del linfodrenaggio per cellulite, edemi e piaghe

Si ricorre al linfodrenaggio per una vasta gamma di problemi più o meno gravi, tra questi l’insorgere della cellulite, edemi da far riassorbire, per regolare il sistema neurovegetativo e per accelerare la cicatrizzazione di ulcere e piaghe nei diabetici. La tecnica del drenaggio linfatico agisce su tre fronti: stimola l’eliminazione di liquidi interstiziali, favorisce il rilassamento dei muscoli, accelera l’introduzione di leucociti e immunoglobuline nel circuito ematico.

Massaggio linfodrenante, tecnica Voddec e tecnica Leduc

A gettare le basi del linfodrenaggio fu il chirurgo austriaco Alexander Winiwarter, tra il XIX e il XX secolo; i suoi studi furono rimaneggiati e ampliati da Emil Vodder che, nato a Copenaghen alla fine dell’Ottocento, si era poi trasferito in Francia lavorando come fisioterapista a Cannes. Il metodo Vodder, che egli ideò in collaborazione con la moglie Estrid, ebbe grande seguito dal punto di vista estetico, ma l’uomo fu sempre guardato con un certo scetticismo in ambito scientifico perché non era un medico. La tecnica Vodder di massaggio linfodrenante è scandita da specifici gesti: movimenti a cerchi fermi, a pompaggio, erogatori e rotatori. Questi ultimi vengono eseguiti poggiando le dita sulla pelle dell’individuo, per poi iniziare a spingere tracciando cerchi sulla stessa area, o una spirale. Il movimento a pompaggio comporta che il palmo della mano sia rivolto verso il basso e che le dita disegnino un ovale, mentre quello rotatorio si effettua in fase pressoria delineando una spirale. Il linfodrenaggio secondo Leduc prevede un minor numero di movimenti e le procedure variano in base al disturbo da curare. È importante che gli arti affetti da edema vengano bendati – non in modo compressivo – partendo dalla periferia per poi raggiungere il centro. Le due principali manovre sono quella di richiamo e di riassorbimento. Perché il linfodrenaggio sia eseguito in maniera ottimale è necessario seguire alcune regole: i movimenti del massaggio devono seguire il flusso linfatico e la frizione esercitata non deve essere troppo forte; il paziente, che deve essere rilassato, non deve sentire dolore né la pelle deve arrossarsi. Le mani del fisioterapista devono essere calde, la pressione aumentare gradualmente, e le aree corporee non interessate dal trattamento devono essere coperte. Il drenaggio linfatico deve essere svolto ponendo le mani direttamente a contatto con la pelle del paziente, senza la “mediazione” di oli o creme, in quanto queste faciliterebbero lo scivolamento. La presenza di attrito durante il massaggio linfodrenante è fondamentale per muovere la pelle e i liquidi in modo adeguato.

Trattamento linfodrenante, durata e controindicazioni

Durata e cadenza dei massaggi dipendono dalla gravità del caso e dalla reazione specifica dell’organismo. Solitamente, per osservare miglioramenti apprezzabili, nel caso di edema, sono necessarie una decina di sedute di 60-90 minuti l’una. Per contrastare la cellulite, in genere si prescrivono 35 sedute di massaggio linfodrenante, la cui durata unitaria è 30-60 minuti; inizialmente si fanno 2-3 incontri la settimana, per poi diradare fino a due al mese. Il costo unitario per il trattamento linfodrenante si aggira intorno ai 60 euro. Il linfodrenaggio è sconsigliato in caso di tumori, trombosi venosa profonda, scompensi cardiaci, asma bronchiale, alterazioni pressorie e durante il ciclo mestruale.

Linfodrenaggio in pillola

Il drenaggio linfatico è una particolare tipologia di massaggio che interessa le aree corporee caratterizzate da ridotta funzionalità del circolo linfatico. Quanto costa: circa 60 euro ogni seduta Quanto dura una seduta: nel caso di edema, 60-90 minuti, nel caso di cellulite, 30-60 minuti

VINCI INFOESTETICA

SCOPRI