Prp

  1. Homepage
  2. Prp

Prp. Ringiovanire con il sangue

PRP è un acronimo che indica il plasma ricco di piastrine, che si ottiene attraverso la centrifugazione del sangue venoso del paziente, precedentemente prelevato. Questo procedimento consente la separazione degli elementi costitutivi del sangue, isolando in particolare il plasma per dare vita a un composto gelatinoso, il PRP, che viene mescolato con apposite soluzioni fisiologiche, per poi essere iniettato con aghi piccolissimi. Lo scopo del trattamento con plasma arricchito è innescare un processo rigenerativo nella zona interessata dall’inoculazione, attraverso l’attivazione delle cellule staminali presenti in loco, le quali sono capaci di intervenire sui tessuti in modo accelerato e di determinare un rinnovamento di cellule e tessuti.

Plasma ricco di piastrine per la pelle e i capelli

Il PRP sta prendendo piede in medicina estetica per tonificare le zone corporee in cui la pelle è maggiormente a rischio invecchiamento e disidratazione (viso e collo, mani, interno coscia e braccia) e anche come metodica utile a coadiuvare l’autotrapianto di capelli e a contrastare la calvizie. Il plasma ricco di piastrine, infatti, è in grado di rendere più compatta, soda e luminosa la cute, stimolando la produzione di nuovo collagene. Questo trattamento può inoltre innescare la ricrescita dei capelli. Le cellule staminali stimolate dal PRP, infatti, costituiscono la sostituzione ideale di quelle follicolari che stanno morendo, replicandosi all’infinito.

PRP in pillole

Cos’è: il plasma ricco di piastrine si presenta come un composto gelatinoso ricavato dalla centrifugazione del sangue prelevato dal paziente. Detto composto è poi inoculato, dopo esser stato trattato con soluzioni fisiologiche ad hoc. Quanto costa: l’importo varia in un range di circa 300-700 euro Quanto dura una seduta: 30-40 minuti