Vaginoplastica. Chirurgia intima in costante aumento

  1. Homepage
  2. TRATTAMENTI CHIRURGIA INTIMA
  3. Vaginoplastica. Chirurgia intima in costante aumento
Vaginoplastica. Chirurgia intima in costante aumento

Vaginoplastica. Chirurgia intima in costante aumento

Vaginoplastica, un intervento di chirurgia intima in costante aumento


Se fino a qualche anno fa un intervento di vaginoplastica era frequente in aree ricche e industrializzate come gli Stati Uniti d’America, gli ultimi anni registrano un costante aumento di questo fenomeno anche qui in Italia. Ma osserviamo in quali situazioni o patologie, ossia quando diventa necessaria una vaginoplastica.

 

Vaginoplastica per riassegnazione del sesso genitale.


Questo particolare intervento di chirurgia intima, detto MtF (Male to Female ) ed estremamente complesso, è destinato a chi intende fare un cambio di sesso, in particolare agli uomini che desiderano diventare donne. L’intervento fa parte di un lungo percorso che devono affrontare le persone che non si riconoscono nel proprio sesso biologico. Un percorso che esige un approccio multidisciplinare con terapie che coinvolgono una notevole varietà di specialisti. Dopo la diagnosi di uno psicologo che attesti un “Disordine d’Identità di genere”, una decisa volontà  del paziente di adeguamento di genere tra identità fisica  e identità psichica, segue un primo intervento dell’endocrinologo e poi è la volta del chirurgo estetico e ricostruttivo. Se nel passato questo tipo di trasformazione radicale era effettuato in maniera più cruenta e meno scientifica attraverso l’evirazione, oggigiorno si è giunti a risultati di alto livello e di ottima funzionalità. Attualmente è molto difficile riuscire a distinguere un vagina ricostruita chirurgicamente da una vagina del tutto naturale. L’unica funzionalità che, al momento, rimane esclusa è quella della procreazione.

Vaginoplastica per la correzione di problemi di struttura e il ringiovanimento dei genitali femminili.


Questo tipo di intervento è consigliato a chi ha seri problemi di struttura congeniti oppure di rilassamento vaginale e deve assolutamente aumentare la tonicità e il controllo della sua muscolatura. Altri problemi possono insorgere quando la vagina diventa eccessivamente dilatata o non elastica a causa di più parti affrontati durante la vita.  Ulteriore problema può essere l’indebolimento dei muscoli del perineo. I fastidi recati da questo genere di patologie sono piuttosto vari e vanno dalla diminuzione del piacere nei rapporti sessuali a casi di incontinenza urinaria femminile. In questo caso la vaginoplastica è un intervento teso a ricostruire tessuti fortemente indeboliti e a ricreare una tonificazione intima. Per patologie non troppo gravi o ancora allo stadio iniziale è consigliabile evitare la soluzione chirurgica e seguire la strada di trattamenti quali la tecnologia laser per ringiovanimento vaginale e la Tecnica HIFU.

 

Aggiungi Commento